Introduzione

Accedete al Portale Tenant  ed accedete al sotto menù Config → Device.

In questo sotto menù è possibile configurare l'auto-provisioning dei telefoni IP.

Prerequisiti

Prima di proseguire in questa guida controllare marca e modello dei telefoni IP allegata a questa guida:

Tabella dispositivi Supportati

Solo i modelli "Certified" e "Tested" saranno completamente configurabili attraverso l'auto-provisioning.

I modelli solo "Certified" non avranno tutte le funzionalità configurabili attraverso l'auto-provisioning.


Per auto-provisionare i telefoni sip dovete collegarli ad una rete che abbia la possibilità di comunicare con la sub-net 185.132.68.112/28, per cui controllate le regole firewall per la rete telefonica.

Per fare in modo che i telefoni si possano provisionare dovete aggiungere l'option 66 (tipologia ascii) all'interno del DHCP server che distribuisce gli IP alla rete telefonica, il valore da assegnare a questa opzione è il seguente:


http://{user}:{password}@pbx.cloudfire.it/hpm/provision/


Essendo il Server autenticato, aprire una segnalazione con il nostro supporto per avere username e password per l'autenticazione del Server.


Guida passo-passo

Ora vi illustreremo come eseguire l'associazione Dispositivo → Extension

Cliccare sul bottone 

Compilare i vari campi come segue e cliccare su create:

  1. Mac Address: inserire l'indirizzo Mac del telefono IP da provisionare, questo indirizzo va inserito senza punteggiatura.
  2. Device Template: inserire il template in base al modello del telefono IP da provisionare.

    Utilizzate sempre i template con la desinenza _Production, che sono i template funzionanti e testati. Gli altri template sono dei test oppure presentano configurazioni non standard che potrebbero inficiare il corretto funzionamento dei vostri apparati.

  3. Line Number: inserire il numero corrispondente alla linea (e.g. identity per SNOM o account per Yealink) del dispositivo SIP associare l'extension.
  4. Extension Type:
    1. EXTENSION: extension interna del vostro CloudPBX.
    2. CUSTOM: extension esterna al CloudPBX. E' possibile infatti configurare un extension di un altro centralino IP. Compilare tutti i nuovi campi che compariranno.
  5. Extension: specificare quale extension registrare sul dispositivo.
  6. Line Label: etichetta da applicare all'extension.
  7. Device Note: note a vostra discrezione.
  8. TFTP Access: abilitare in caso di utilizzo di un TFTP server per l'upgrade del firmware (funzionalità non ancora supportata).


Funzionalità aggiuntive

Una volta creato il device vi comparirà nell'elenco dei dispositivi:

Cliccando sui vari pulsanti di fianco avrete modo di gestire diverse funzionalità.

Questo bottone permette di visualizzare le linee e le key associate al dispositivo:

Questo bottone permette di eliminare il Device

Questo bottone permette di riavviare da remoto il dispositivo.

Questo bottone permette di modificare l'indirizzo MAC associato all'extension e le credenziali di accesso all'interfaccia web del dispositivo stesso.

Non è possibile modificare il template. Per poterlo fare dovete eliminare il device con il bottone al punto 2 e rifarlo.

Qui vi sarà possibile cambiare la password d'accesso alla Web GUI del vostro apparato. Di default la password è 123456

Questo bottone permette di aggiungere, modificare o eliminare la configurazione delle linee (e.g. identity per SNOM o account per Yealink).

In questa lista non può essere presente meno di 1 line configurata.

Questo bottone permette di configurare i valori delle programmable keys (tasti programmabili) del vostro telefono IP.

  • Category: tipo di tasto programmabile che si vuole configurare. In base al dispositivo le categorie vengono matchate in maniera diversa.

  • Key number: numero identificativo del tasto programmabile.
  • Type: tipo di funzionalità da applicare al tasto programmabile
  • Line: linea (e.g. identity per SNOM o account per Yealink) a cui viene associata la configurazione del tasto programmabile.
  • Extension: extension da associare al tasto programmabile, inserire un numero di extension esistente per attivare l'auto-completamento.
  • Value: valore da associare al tasto programmabile.
  • Label: etichetta da associare al tasto programmabile.

Qui sotto esempio di configurazione del tasto programmabile 5 di uno SNOM D715 come BLF:

Qui il link per configurare i BLF per effuare il call pick-up.

Personalizzazioni

Se desiderate delle personalizzazioni per il template dei telefoni dovete aprire una Service Request al nostro servizio di assistenza tecnica, specificando marca e modello del telefono e l'elenco delle personalizzazioni richieste.

Guida apertura segnalazioni